eBay & Paypal: attenti a quei due

eBay-and-PayPalE Bay è stato per anni il maggior sito di vendite e aste on line e sotto certi aspetti ha ancora una determinate incidenza, anche se a mio parere molto ridotta rispetto a qualche anno fa.

Vi è una tendenza negativa che si accentua sempre di più con il passare del tempo, vuoi per utenti non sempre limpidi e onesti, non è un segreto ne una novità che spesso vengono sorpresi ladri di professione che riciclano i proventi di furti con inserzioni, quando scoperti, la legge segue il suo corso, ma appunto, quando e chi viene scoperto.

Pertanto in questo caso il suggerimento è quello di acquistare sempre da venditori professionali che di norma hanno anche un negozio reale.

Paypal nel tempo si è imposto anche con la ” forza ” come metodo di pagamento e transazione, guadagnando e sicuramente molto ” Pizzando” sulle somme destinate al venditore, anche nelle donazione non scherza come prelievo al destinatario.

Su 5,00 euro ne trattiene 0,63, su 20,00 euro ne trattiene 1,03 tutto così, in automatico, affidando la gestione ad un software, se consideriamo le migliaia di transazioni annue, ecco un bel sistema per guadagnare milioni di euro.

Di pro, offre un sistema di assicurazione sugli acquisti sino a 500 euro.

Se si ritiene di essere stati truffati, basta aprire reclamo o controversia e Paypal con un sistema discutibile, rimborsa effettuando rivalsa sul venditore.

Ma questo sistema presenta diverse falle, l’acquirente furbo, o in malafede si approffita del sistema ed è lui stesso a truffare sia il venditore, che Paypal (relativamente).

Di seguito allego testimonianze ( ultime in ordine di tempo tratte dal web)

Su ebay ho venduto come privato un oggetto prezioso destinato in Belgio. L’acquirente dopo averlo ricevuto ha aperto immediatamente un reclamo su Paypal asserendo di avere ricevuto un prodotto contraffatto e quindi diverso dalla descrizione. Affermo, che l’acquirente con grande maestria ha sostituito il mio oggetto con uno fasullo per poi chiedere il rimborso. Lo scorso anno ho venduto allo stesso acquirente oggetti preziosi senza avere problemi. Paypal ha in esame la questione per poi decidere.  Purtroppo, il mio conto su paypal è verificato con carta di credito che in questo caso non posso eliminare in quanto paypal ha bloccato l’intero importo pagato. Chiedo, come posso cautelarmi nel caso paypal decida a favore dell’acquirente? Ho letto sui forum di Ebay, che più delle volte viene data ragione all’acquirente e che spesso si verificano fatti simili al mio.

Fonte: http://forum.adusbef.it/leggi.asp?id=388518

“MA E’ LEGALE TUTTO QUESTO?….” PAYPAL: “PROTEZIONE ABUSI”…. Vendo su Ebay una locomotiva NUOVA,con tanto di Certificato di Garanzia,la imballo con accuratezza e la spedisco all’acquirente. L’acquirente apre una contestazione su Paypal,dichiarando che l’oggetto ricevuto è “usato” e non conforme alla descrizione. Paypal,come da “legge”,o “contratto”,mi blocca i fondi e mi ritrovo il saldo in passivo. L’acquirente nelle mails intercorse tra me e lui, mi apostrofa addirittura come “ladro”,e nel feedback mi chiama anche stupido,atteggiamenti regolarmente denunciati per INGIURIA alle Autorità competenti. Paypal,chiaramente,cosa fa?….Chiede una “perizia” per stabilire se la locomotiva spedita è danneggiata o meno…. NON C’E’ DUBBIO CHE LO E’….I FILI DEL TENDER COME DA FOTO, SONO SPEZZATI…Emoticon smile Emoticon smile MA CHI LI HA ROTTI? …E QUANDO SI SONO SPEZZATI? Ma è chiaro! La loco è di quei modelli molto PESANTI E VA ESTRATTA DALLO SCATOLO,COME DA ISTRUZIONI, CON DUE MANI…. L’intelligentone che l’ha acquistata,DI SICURO ha preso la loco con una mano,facendo spezzare i fili del tender. Mi chiedo?…Ma Paypal era presente quando costui ha aperto il pacco?… Quindi con la perizia che i fili sono rotti,E LO SONO, si vede dalle foto inviate dall’ONESTO ACQUIRENTE,paypal “SALOMONICAMENTE”, senza poter stabilire chi HA PROVOCATO IL DANNO, MI COSTRINGERA’ A RIMBORSARE un oggetto Da me testato e spedito,come FACCIO CON TUTTO QUELLO CHE VENDO: FUNZIONANTE. MA E’ LEGALE TUTTO QUESTO? ATTENZIONE: ADDIRITTURA PAYPAL,HA PROLUNGATO I TERMINI DI RECLAMO PER UN ACQUISTO A 180 GIORNI…. QUINDI VENDITORI ONESTI…OCCHIO…! Se a qualcuno l’oggetto si romperà anche tra DUE MESI costoro vi costringeranno a rimborsarlo…. Inutile contattare Paypal,potreste incappare in qualcuno che si chiama: “Cristiano”,e che vi risponderà: ” LEI DEVE FARE COME DICIAMO NOI,QUESTO E’ IL CONTRATTO”…. Neppure considerano che sono cliente e venditore Paypal da 10 anni…. SE NE FREGANO CHE L’ACQUIRENTE HA 3 FEEDBACK E CHE IO SONO ,O MEGLIO ERO, UN LORO CLIENTE PRIMARIO…. Sono un vendiTore privato,è scritto che non accetto restituzioni,MA PER PAYPAL HA VALORE QUELLO CHE DICE L’ACQUIRENTE…. DIFFIDATE ED ELIMINATE QUESTO METODO COME FORMA DI PAGAMENTO VE LO CONSIGLIO SE DOVETE ACQUISTARE….Emoticon smile Emoticon smile AVRETE SEMPRE RAGIONE,E QUINDI SEMPRE UN RIMBORSO PER BEN 6 MESI…..LA “GARANZIA” VE LA FORNISCE PAYPAL CHE E’ LA SOLA A GUADAGNARCI…. CHI HA ORECCHI E VUOLE INTENDERE…INTENDA.

Fonte: https://www.facebook.com/Adicons

Purtroppo, anche il sottoscritto è caduto nella trappola di un utente da una parte furbo e dall’altra maldestro o forse con ripensamento che ha adottato una particolare formula di recesso.

I Fatti:
Smartphone Lumia con pochi giorni di vita venduto ad un principiante inetto. Sicuramente nell’estrarre la SIM (micro) essendo realmente difficoltoso su quel telefono, deve aver fatto uso di oggetto accuminato, facendo saltare un contattino della sede sim. Ha aperto controversia con Paypal, che ovviamente e in modo scontato ha dato ragione al furbetto, addebitandomi l’importo pagato in asta.
Farò pubblicità gratuita, ma se lo meritano, a questo punto, per gli acquisti on line solo Amazon,  http://www.amazon.it/
Segui e partecipa alla discussione originale

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter