Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

Troppi debiti, soluzioni, alternative.
Regole del forum
Il titolo dell'argomento deve rendere l'idea della problematica. Il titolo deve iniziare con la lettera maiuscola e terminare con il punto. Vietate le parole " Aiuto" e "Urgente"
Messaggio
Autore
Avatar utente
Marco Gavio Apicio

Utente
Messaggi: 2957
Età: 69
Iscritto il: 26 ott 2010, 11:20
Contatta:

Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#1 Messaggio da leggereda Marco Gavio Apicio » 18 lug 2012, 8:02

Un chiarimento.
La messa in perdita di un credito ovvero annullare il credito a fronte di un costo che in partita doppi si evidenzia così:

Perdite su crediti (costo)
a
Credito verso xx( credito)

Non ha alcuna relazione con il fatto di "rinunciare" a chiedere quanto spettante.
L'operazione viene fatta a soli scopi fiscali per poter recuperare le tasse afferenti l'operazione.
Il fisco pretende che sia esperita ogni possibile attività di riscossione prima di poter iscrivere a bilancio la perdita in questione, nel caso di spa è necessaria una uscita dell'UG a vuoto per poterlo fare.

Se poi in un futuro si incassasse comunque qualche cosa la registrazione in contabilità sarà la seguente:

Cassa o c/c

a

Sopravvenienze attive (non ci speravamo più)

Però nel caso finora citato di solito con l'uscita a vuoto dell'UG si rinuncia di fatto a procedere ma il debitore avrà la tranquillità assoluta solo a prescrizione raggiunta.

------------------------------------

Altro modo di di levarsi dalle sfere i crediti stantii è invece la "cessione del credito", in tal caso si "vende" tale credito per poco o molto a terzi che diverranno a tutti gli effetti i proprietari del credito.
Notare che alcune aziende si fanno addirittura pagare loro per rilevare tali crediti sfruttando il beneficio fiscale del cedente.

Notare bene che ho scritto il pistolotto solo per chiarezza, non è mia intenzione preoccupare o non preoccupare i lettori, per loro non cambia nulla se non in meglio, è chiaro che un credito ceduto per così dire si declassa e perde forza.
Marco Gavio Apicio
Video meriora proboque, deteriora sequor. (Ovidio)

Avatar utente
BLACKBUG

Utente
Messaggi: 857
Età: 33
Iscritto il: 11 giu 2012, 12:58
Località: Lombardia

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#2 Messaggio da leggereda BLACKBUG » 18 lug 2012, 9:04

Console, è stato veramente molto chiaro a riguardo all'argomento , con le informazioni che avete dato ( anche korbs e cagliostro sull'altro post ) ho tirato le miei conclusioni :

1 ) al debitore che il credito venga venduto , regalato messo in perdita, non cambia assolutamente niente, gli romperanno sempre le scatole , sino alla prescrizione che ricordo essere di 10 anni !

2 ) lacune in questo sistema tecnocratico, non ve ne sono ! Più leggo questo forum, più imparo a conoscere grazie a voi il sistema creditizio italiano, in me sta sparendo la sensazione di aver commesso un errore, e sta crescendo giorno per giorno la quasi certezza di essere finito in una trappola studiata ad hoc.
" sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore"
Bertold Brecht

Avatar utente
Neo

Utente
Messaggi: 238
Iscritto il: 31 mar 2012, 9:04

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#3 Messaggio da leggereda Neo » 18 lug 2012, 10:45

BLACKBUG ha scritto:Console, è stato veramente molto chiaro a riguardo all'argomento , con le informazioni che avete dato ( anche korbs e cagliostro sull'altro post ) ho tirato le miei conclusioni :

1 ) al debitore che il credito venga venduto , regalato messo in perdita, non cambia assolutamente niente, gli romperanno sempre le scatole , sino alla prescrizione che ricordo essere di 10 anni !

2 ) lacune in questo sistema tecnocratico, non ve ne sono ! Più leggo questo forum, più imparo a conoscere grazie a voi il sistema creditizio italiano, in me sta sparendo la sensazione di aver commesso un errore, e sta crescendo giorno per la quasi certezza di essere finito in una trappola studiata ad hoc.


Black.....punto 2. Chiarisci "e sta crescendo giorno per giorno la quasi certezza di essere finito in una trappola studiata ad hoc." [phil_04
Cosa vi serve............a parte un miracolo?

Avatar utente
BLACKBUG

Utente
Messaggi: 857
Età: 33
Iscritto il: 11 giu 2012, 12:58
Località: Lombardia

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#4 Messaggio da leggereda BLACKBUG » 18 lug 2012, 12:31

Neo ha scritto:
Black.....punto 2. Chiarisci "e sta crescendo giorno per giorno la quasi certezza di essere finito in una trappola studiata ad hoc." [phil_04


Neo nel senso , che prima sentivo che l'errore che avevo fatto era tutto dovuto dal fatto che per migliorare le mie condizioni di vita, ho chiesto aiuto a delle banche/finanziarie che mi davono dei soldi chiedendo in cambio un piccolo tasso d'interessi.
Ora invece capisco , che da quando sono nato , questo sistema ti convince che se non hai la moto bella, la macchina, una casa , lo smartfone di ultima generazione non sei nessuno , e quindi loro ti possono dare tutt ciò, facendoti cadere nel circuito del credito, quel sistema che hanno calibrato fino all'ultimo articolo per tutelare al 900% loro , e lasciare il debitore con una tutela pari al -900% !
Questa è solo una mia considerazione , poi magari sto diventando paranoico, perchè sono dll'altra parte ? Però quello che mi chiedo è perchè quando ogni santa volta che sono andato a fare un finanziamento nessuno di quelli che mi ha fatto firmare i contratti mi ha spiegato : "Noi ti diamo dei soldi con questo tasso d'interesse, se paghi puntuale siamo amici , anzi ottimi amici , ma se ritardi di una rata succede questo ...., se ritardi da 2-8 rate di succede questo...., se invece non riesci più a pagare vieni segnalato a vita ......"
Tutto qui ...... bye2.gif
" sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore"
Bertold Brecht

Avatar utente
Neo

Utente
Messaggi: 238
Iscritto il: 31 mar 2012, 9:04

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#5 Messaggio da leggereda Neo » 18 lug 2012, 13:08

Black, c'è di peggio. Personalmente quando chiedevo un finanziamento, nessuno di loro mi diceva che ero "sovraesposto" e quindi mi avrebbero chiuso il rubinetto, anzi.
Io chiedevo e loro mi davano. Certo, la colpa è solo mia che, per fattori personali, ho tentato la fortuna con i soldi di quelle congreghe. Mi è andata male........... :sad:
Ho resistito finchè ho potuto, pagando puntualmente tutto e tutti...........
Ma è la "nostra" storia [phil_04
Cosa vi serve............a parte un miracolo?

nostress

Utente
Messaggi: 210
Iscritto il: 12 set 2011, 12:14

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#6 Messaggio da leggereda nostress » 18 lug 2012, 16:20

Parliamoci chiaro, io sono il primo che crede in un "sistema" messo in piedi da decenni per controllare gli stati (vedi debito pubblico)
e più in piccolo le persone (vedi finanziamenti e mutui concessi molto facilmente).
Però sono stato altrettanto il primo che ha chiesto finanziamenti per andare in vacanza, per comprare la pelliccia (inutile) alla moglie e
mille altre cavolate con le revolving che mi hanno fatto passare il punto di non ritorno.
Vedo però che non sono tutti così (meno male), conosco persone che "soffrono" se devono comprare anche un asciugacapelli a rate,
piuttosto non li asciugano e aspettano di avere la disponibilità ...
Insomma sto dicendo che la colpa fondamentalmente è la nostra, le Sirene facevano il loro gioco quando Ulisse gli andò dietro ...
noi siamo stati così ... purtroppo :-(

Avatar utente
korbs

Esperti
Messaggi: 11095
Età: 3
Iscritto il: 21 feb 2012, 18:36

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#7 Messaggio da leggereda korbs » 18 lug 2012, 17:58

Non concordo minimamente con questi "De Profundis" degli indebitati. E' il sistema dei consumi che spinge a pagare tutto a rate..e che va in simbiosi con quello del credito. Tutto è concepito affinchè fuori o ai margini del sistema si viva male. Non si tratta di semplici sirene..ma di accerchiamento subliminale che invoglia a partecipare al gioco truccato del credito al consumo, chi ha un minimo di redditività.
Basti pensare al gregge che si mette in fila per l'uscita del nuovo IPaD..fatto, non solo di indebitati, ma anche di gente disoccupata o che si è venduta un rene per averlo...( e non è uno scherzo..mi pare sia accaduta in Cina questa follia)
Non importa essere l'ultimo dei compulsivi o il primo dei morigerati.. il singolo c'entra ben poco e paga a prescindere che si adegui o meno. Se si pensa che tutto sia frutto del caso o della coscienza dei singoli cittadini, si fa un errore grossolano.
errare humanum est, perseverare autem diabolicum

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 18063
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#8 Messaggio da leggereda cagliostro49 » 18 lug 2012, 21:57

Basti pensare che ci sono offerte commerciali riservate esclusivamente alla sottoscrizione di un finanziamento. Della serie << vietato pagare cash..>> e ho detto tutto ....

Immagine
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Luc

Utente
Messaggi: 169
Iscritto il: 21 gen 2012, 13:42

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#9 Messaggio da leggereda Luc » 19 lug 2012, 2:05

Marco Gavio Apicio ha scritto:Un chiarimento.
La messa in perdita di un credito ovvero annullare il credito a fronte di un costo che in partita doppi si evidenzia così:

Perdite su crediti (costo)
a
Credito verso xx( credito)

Non ha alcuna relazione con il fatto di "rinunciare" a chiedere quanto spettante.
L'operazione viene fatta a soli scopi fiscali per poter recuperare le tasse afferenti l'operazione.
Il fisco pretende che sia esperita ogni possibile attività di riscossione prima di poter iscrivere a bilancio la perdita in questione, nel caso di spa è necessaria una uscita dell'UG a vuoto per poterlo fare.
Se poi in un futuro si incassasse comunque qualche cosa la registrazione in contabilità sarà la seguente:

Cassa o c/c

a

Sopravvenienze attive (non ci speravamo più)

Però nel caso finora citato di solito con l'uscita a vuoto dell'UG si rinuncia di fatto a procedere ma il debitore avrà la tranquillità assoluta solo a prescrizione raggiunta.

------------------------------------

Altro modo di di levarsi dalle sfere i crediti stantii è invece la "cessione del credito", in tal caso si "vende" tale credito per poco o molto a terzi che diverranno a tutti gli effetti i proprietari del credito.
Notare che alcune aziende si fanno addirittura pagare loro per rilevare tali crediti sfruttando il beneficio fiscale del cedente.

Notare bene che ho scritto il pistolotto solo per chiarezza, non è mia intenzione preoccupare o non preoccupare i lettori, per loro non cambia nulla se non in meglio, è chiaro che un credito ceduto per così dire si declassa e perde forza.

Mi sa che mi tocca questa visita :cry: sbttesta :sad:

frvanel65

Utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18 mar 2012, 0:11

Re: Quando un credito viene messo in "Perdita" (2)

#10 Messaggio da leggereda frvanel65 » 19 lug 2012, 23:10

per BlackBug=

'' 1 ) al debitore che il credito venga venduto , regalato messo in perdita, non cambia assolutamente niente, gli romperanno sempre le scatole , sino alla prescrizione che ricordo essere di 10 anni ! ''

a me risulta ci sono atti interruttivi della prescrizione, come raccomandate, che di fatto interrompono la prescrizione facendo ripartire il conteggio del tempo da zero

interrompendo la prescrizione periodicamente, è possibile richiedere il saldo del debito al debitore anche dopo molte decine di anni


Torna a “Debiti e indebitamento”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti